Istituto Sperimentale per la Floricoltura di Sanremo

Centro Orticoltura e Florovivaismo - Sede di Sanremo

Il Consiglio per la ricerca in agricoltura e l'analisi dell'economia agraria (CREA) è il principale Ente di ricerca italiano dedicato all’agroalimentare, con personalità giuridica di diritto pubblico, vigilato dal Mipaaf. Ha competenza scientifica nel settore agricolo, ittico, forestale, nutrizionale e socioeconomico nonché piena autonomia scientifica, statutaria, organizzativa, amministrativa e finanziaria. Il CREA è strutturato in 12 centri di ricerca con sedi sparse su tutto il territorio italiano.

La Missione del Centro Orticoltura e Florovivaismo
Il Centro si occupa di recupero, valorizzazione e miglioramento genetico di specie orticole e di specie di interesse ornamentale. Promuove innovazioni agronomiche per la sostenibilità delle colture ortive e ornamentali e delle produzioni vivaistiche, in pieno campo e sotto serra. Realizza studi sulla sicurezza degli alimenti vegetali freschi da orticoltura di pieno campo e da ambienti protetti. Analizza l’utilizzo di sostanze naturali, microorganismi antagonisti, compost e derivati per la difesa dai parassiti di specie di interesse per l’ortofloricoltura.

La struttura del Centro Orticoltura e Florovivaismo
Il Centro è costituito dalle seguenti 4 sedi: Sede di Pontecagnano (SA), sede di Monsampolo del Tronto (AP), Sede di Pescia (PT) e sede di Sanremo (IM). Il direttore del centro è il Dr. Teodoro Cardi nella sede di Pontecagnano mentre le altre 3 sedi si avvalgono dell'opera di 3 responsabili che collaborano con il direttore. I responsabili di sede sono il Dr. Nazareno Acciarri (Monsampolo del Tronto), il Dr. Gianluca Burchi (Pescia) e la Dr..ssa Barbara Ruffoni (Sanremo).

La Sede di Sanremo                                                                                                                  
Il Personale
L'attività sperimentale si svolge prevalentemente nei laboratori e nell’azienda esistenti a monte della sede di Sanremo. Prove sperimentali sono condotte anche presso aziende private di floricoltori. Il personale adibito alla sperimentazione comprende ricercatori, tecnici, borsisti, assegnisti e collaboratori a contratto legati all'esecuzione dei programmi d’attività ordinaria e straordinaria. L'unità è frequentata anche da tesisti, dottorandi e tirocinanti italiani e stranieri. Complessivamente svolgono attività presso la sede di Sanremo circa quarqnta persone.

L’attività di ricerca
Le iniziative e le tematiche di ricerca che la sede affronta scaturiscono dalla politica agraria nazionale e regionale, dalle richieste di operatori economici del settore ed ovviamente da quanto indicato nella missione. L’introduzione e il mantenimento di piante interessanti per scopi ornamentali ed il servizio d’assistenza sono attività che vengono svolte per rispondere ai problemi pratici che sorgono nella dinamica realtà della floricoltura. La valorizzazione e la tipicizzazione del fiore italiano è uno dei principali obiettivi che l’Istituto si prefigge, unitamente alla ricerca di specie o cultivar che nelle zone mediterranee trovano un ambiente pedoclimatico ottimale. La sede collabora con Istituti Universitari e altre istituzioni di ricerca nazionali ed internazionali. Le ricerche fanno capo a programmi finanziati
dall’Unione Europea, dalle Regioni, dal MiPAAF e anche, in piccola misura, da privati. I risultati sono pubblicati su riviste scientifiche nazionali ed internazionali, o presentati in occasione di congressi. La sede, tramite i propri gruppi di ricerca, ha sempre cercato di mantenere nelle Regioni in cui è sviluppata la floricoltura, un efficace collegamento con i tecnici di base responsabili della divulgazione, in modo da poter continuamente trasmettere i risultati pratici delle diverse prove.




Enkel - Due Metri